remove_action( 'wp_head', 'wp_generator');

yeezy 350 buy yeezy boost adidas yeezy yeezy 350v2 yeezy trainers adidas yeezy 350 buy yeezy boost adidas yeezy yeezy 350v2 yeezy trainers adidas yeezy 350 buy yeezy boost adidas yeezy yeezy 350v2 yeezy trainers adidas yeezy 350 buy yeezy boost adidas yeezy yeezy 350v2 yeezy trainers adidas

Emanuela Grimalda: 10 domande sulla cucina - Intervista gastronomicanonsoloscatolette - la nostra idea di cucina

nonsoloscatolette - la nostra idea di cucina

emanuela_grimalda

Interviste

Emanuela Grimalda: 10 domande sulla cucina

È la sarta veneta Ave Battiston di Un medico in famiglia, l’attrice Emanuela Grimalda che partecipa alla fortunata fiction di Rai Uno fin dalla sesta edizione, e sarà presente anche nella nona che sta per andare in onda.
Attualmente nelle sale cinematografiche nei panni di una suora molto sui generis nel film La gente che sta bene di Francesco Patierno, con Claudio Bisio, Diego Abatantuono e Margherita Buy, la vedremo in Non è mai troppo tardi, dedicato al maestro Manzi il 24 e il 25 febbraio su Rai Uno.
Nei prossimi mesi sarà in tournée teatrale con lo spettacolo Il giorno è servito, un ricettario gastro-sentimentale tutto da ridere.

emanuela_grimalda_1

Come fa colazione?
«So che è una buona abitudine, ma non l’ho fatta per anni finché ho fumato. Canada Goose Shelburne Parka Dont'a Hightower Jersey Chaussures Nike Poi ho smesso, e c’è stata una rivoluzione copernicana: prendo un caffè con fette biscottate con miele, o pane integrale abbrustolito e marmellata. asics gel pas cher New Balance 577 homme Se mi sveglio all’alba per girare, preferisco una barretta proteica ai cereali. mu legend zen online Quando sono in albergo scelgo cereali la frutta».

Dolce o salato?
«Mi piace tutto. adidas zx flux amazon bottes ugg pas cher mu legend redzen online Nike Air Presto Enfants Kyrie Irving Shoes Nike Air Max 2016 damskie Ero molto più golosa un tempo.

  • Air Max Flyknit Donna
  • Il dolce continua ad attirarmi: il mio preferito è una variante del tiramisù con i savoiardi imbevuti nel marsala al posto del caffè».

    Cosa non può mancare nella sua dispensa?
    «La frutta. Sono famosa per i miei cesti con trionfi lussureggianti di ananas. nike air max 90 nike air huarache Quando non c’è mi manca. chaussures timberland pas cher A volte mentre giriamo non riesco a fare la spesa e il mio frigo è davvero vuoto».

    Sa cucinare?
    «Pur essendo una discreta cuoca e un’ottima forchetta, raramente mi metto ai fornelli. Forse perché non sono di Roma, mi piace proporre agli amici i piatti delle mie parti: sono nata a Trieste. Nike Lunartempo 3 homme Adidas Schoenen Verkoop Per esempio, cucino la “jota”, a base di fagioli, patate, crauti e pezzi di maiale: è meravigliosa, ma non è molto apprezzata. Amo la cucina di riciclo come gli gnocchi col pane raffermo. Adidas NMD Femme asics damskie leginsy Sono sposata con un sardo ed è lui ora il cuciniere: non c’è possibilità di batterlo sulla carne! Ho gusti tradizionali anche se sono curiosa della cucina esotica».

    Quali “scatolette” usa?
    «Forse qualche surgelato, soprattutto il pesce perché si cucina velocemente, e il tonno in scatola o sottovetro. Adidas Pas Cher Non ho mai assaggiato gli alimenti già pronti e, se non ho tempo di preparare, preferisco mangiare pane e formaggio piuttosto che ricorrere a cibi conservati».

    Cosa mangia prima e dopo uno spettacolo?
    «A metà pomeriggio prima mangiavo un toast con un cappuccino, ora privilegio un frutto e un bicchiere di Coca Cola. asics gel kinsei 4 donna fjallraven kanken pas cher nike air max 2017 goedkoop Ci sono gli insegnamenti degli attori del passato, come Paolo Poli che dice che tutto ciò che si mangia di sera si deposita sui fianchi. Brooklyn Nets

    Io però vedo la cena dopoteatro come un momento di grande convivialità, e allora mia piace mangiare bene e prendermi il mio tempo. nike air max 1 og homme new balance 999 femme foot locker In tournée si finisce spesso per adattarsi a quello che capita, magari anche alla sagra del paese».

    Ha mai mangiato in scena o sul set?
    «Nel film La bellezza del somaro con Sergio Castellitto c’è una scena in cui mangio le tagliatelle e mi incavolo, bofonchiando in una dimensione tragicomica.

  • Nike Air Max 90 Dames
  • In Un medico in famiglia sto sempre in mezzo ai dolci della pasticceria: è una tentazione continua! Con Nonno Libero, alias Lino Banfi, ci sfidiamo ai fornelli tra Nord e Sud».

    Qual è il piatto delle feste familiari fin dalla sua infanzia?
    «La ricetta che mi ricorda il Natale è istriana perché mio padre è un esule da quelle terre: si chiama “Pien” e consiste in pangrattato, formaggio, pezzi di salsiccia e uova infilati in un sacchettino che bolle nel brodo come un polpettone di colore bianco. Ray Ban pas cher Si accompagna al bollito in modo simile alla polenta. Adidas ZX Flux Heren Non l’ho mai più mangiato».

    Un pasto che non dimenticherà mai?
    «Mi sono sposata due anni fa e il pranzo del mio matrimonio è stato memorabile per le distese di spiedi di carne all’aperto in un bosco di lecci e querce della Sardegna. NA-Lenavis - MU Legend Zen Ricordo anche un pranzo meraviglioso durante un viaggio in Kenya con Giobbe Covatta».

    La sua cena più bizzarra?
    «La cucina molecolare che già fa impressione con tutti quei colori. asics gel noosa tri 11 homme In un ristorante mi ritrovai davanti un’architettura di alimenti incomprensibili. asics soldes Per me è importante la pastosità del cibo più che la concettualità. RedZen:NA-Dullahan - MU Legend Redzen Redzen Bobby Rainey Vorrei mangiare alimenti e non le idee di qualcuno. asics tiger femme asics gel quantum 180 damskie Conta anche il clima del locale. goedkoop nikes Nike Air Max 90 Heren Fjallraven Kanken Kids L’ipertecnologia è spigolosa e respingente, non mi fa sentire a mio agio.

    Tag: , , , ,

    Lascia un commento


    yeezytrainer ua yeezys buy yeezy boost ua yeezy yeezy ultra boostv