nonsoloscatolette – la nostra idea di cucina

AliciMarinate-7

Pane Amore e Fantasia

Alici marinate, sott’olio, pronte all’uso

Il fermo pesca, seppur da me apprezzato nel rispetto della riproduzione ittica, da sempre mi obbliga a fare una scorta di pesce prima che entri in vigore. E così il congelatore si riempie di quei pesci che sono i nostri preferiti come orate, spigole, gallinelle e rombi, per non parlare di pesce spada e tonno. Ma per quanto il freezer possa essere grande, ci si trova sempre a fare una scelta selettiva, almeno per non sembrare dei maniaci che vi infilano tonnellate di pescato come se fossimo in guerra.

Così qualche giorno fa, andando a fare la spesa al mercato con la Polpettina, al fine non ultimo di farle fare un po’ di esercizio con i numeri e i pesi, ci siamo fermate davanti al banco del pesce. Lei mi ha fatto notare “quei bellissimi pesciolini argentati” e mi ha chiesto di comprarli.

Ci siamo soffermate a pensare quante alici ci fossero in 1 chilogrammo. Le abbiamo comprate, ce le siamo fatte pulire e, una volta arrivate a casa, le abbiamo contate. Novantasei alici, più o meno un’alice pulita pesa poco più di 10 grammi.

Stavo per preparare un bel tortino da portare in tavola per la sera, quando Polpettina mi ha ricordato le alici marinate di nonna Gianna. Quelle che hanno allietato tante estati quand’ero bambina e che tutt’oggi rappresentano un salvatempo se devo presentare un antipasto o non ho voglia di preparare un contorno. Sono pronte, si conservano per un buon numero di giorni anche se, a casa mia, mio marito non riesce mai a farle durare più di tanto.

per 1 kg. di alici

1 kg. di alici ● 4/5 limoni ● 2 spicchi di aglio fresco (oppure aglio in polvere) ● 1 grosso mazzetto di prezzemolo
● peperoncino ● 500 ml. di olio evo

Ho sciacquato velocemente le alici già pulite dal pescivendolo, le ho asciugate tamponando con la carta assorbente e le ho allineate su un vassoio.

AliciMarinate-1

Ho spremuto i limoni e ho coperto le alici con il succo.

AliciMarinate-2

Ho coperto con la pellicola e ho conservato in frigorifero per 4/5 ore, fino a quando le alici non sono diventate bianche. Significa che la marinatura le ha “cotte”.

Ho preso un contenitore di vetro, ho appoggiato un primo strato di alici, ho condito con sale, aglio (io ho utilizzato quello in polvere), prezzemolo (che avevo preventivamente lavato, asciugato e tritato) e, infine, ho aggiunto il peperoncino e l’olio.

AliciMarinate-4

Ho utilizzato lo stesso procedimento per gli altri strati. Alla fine, sono stata ben attenta a coprire le alici di olio, al fine di consentire una conservazione ottimale anche per parecchi giorni.

AliciMarinate-5

Al momento di servire, ho scolato i filetti di alice e li ho serviti come antipasto su una fetta di arancia.

5 Commenti su “Alici marinate, sott’olio, pronte all’uso”

  1. Serafina dice:

    …spero che fossero già state abbattute…l’anisakis pare che sia un brutta bestia…

  2. Noce Mischiata Noce Mischiata dice:

    Credo che la legge obblighi la pescheria ad esporre un cartello sul quale informi la clientela che, prima di mettersi a tavola a mangiare pesce crudo, deve utilizzare delle precauzioni. E visto che la certezza di aver ucciso i parassiti è garantita solo con l’abbattimento del cibo, ossia portando rapidamente il pesce crudo ad una temperatura di -20° per almeno 24 ore, e non con il congelamento casalingo a meno 10°, va da sé che il pesce crudo mangiato in casa non è mai sicuro. Ognuno poi, fa la propria scelta. Ristorante, casa o astinenza totale :)

  3. maria dice:

    Che belle queste alici marinate: da riproporre sicuramente!

  4. Elisa dice:

    Hanno un aspetto davvero invitante!

  5. Marina dice:

    Si un piatto che voglio provare.Anche se sono scarsissima in cucina credo sia alla mia portata

Lascia un commento