remove_action( 'wp_head', 'wp_generator');

yeezy 350 buy yeezy boost adidas yeezy yeezy 350v2 yeezy trainers adidas yeezy 350 buy yeezy boost adidas yeezy yeezy 350v2 yeezy trainers adidas yeezy 350 buy yeezy boost adidas yeezy yeezy 350v2 yeezy trainers adidas yeezy 350 buy yeezy boost adidas yeezy yeezy 350v2 yeezy trainers adidas

Triglie fritte, ricettanonsoloscatolette - la nostra idea di cucina

nonsoloscatolette - la nostra idea di cucina

Triglie

Separigiavesseilmare

Triglie a colazione

Io sono uno che cucina, anzi che ama cucinare. Come me la cavo? Nell'80% dei casi, le critiche sono buone. E per l'altro 20%? Dipende da chi assaggia e dai suoi gusti.

Per correttezza devo dire che in quell'80%, ci sono persone che mi assegnerebbero 10 su 10 anche se cucinassi tappi di sughero in fricassea. Non faccio nomi, ma fra tanti potrei citare mia suocera, santa donna!, che adora oltre ogni limite qualsiasi cosa io faccia in cucina. Anzi, fa di tutto per incoraggiarmi e a volte per imitarmi.

Un paio di estati fa ero con mia moglie in vacanza, ospiti dei suoi genitori, in Bretagna. Arrivati la sera tardi in auto da Parigi, l'indomani ci gustavamo quella che i francesi chiamano una grasse matinée, cioè un risveglio senza orari, senza impegni, in piena libertà. Poco prima delle 8, invece, squilla il telefono. Risponde assonnata mia moglie. “È mia madre, chiama dal mercato del pesce di Quiberon… vuole sapere di quale dimensione vuoi che siano i rougets, le triglie. Dice che nessuno le cucina come te, ma vuol essere sicura di non sbagliare nell'acquisto: 17 o 25 centimetri?”.

Devo essere stato molto sgarbato nella mia risposta. So soltanto che quel giorno, a pranzo, niente triglie, ma spaghetti “all'italiana”, affidati a una collaboratrice domestica in prova. Due chili di Pâtes Panzanì per dodici persone, cotti in una pentola bassa, in due litri scarsi d'acqua e senza sale. Scolati dopo circa mezz'ora, sono stati conditi con un'intera bottiglia di ketchup e serviti… a cucchiaiate. I bambini (nipotini francesi), affamati, li hanno divorati. Io non ho voluto privare le creature innocenti di quella leccornia e, con classe e sussiego di circostanza, ho rinunciato alla mia porzione. Col piatto ancora intonso ho pronunciato a mezza bocca un biblico: Sinite parvulos venire ad me! e, rischiando una nuova strage degli innocenti, ho gratificato i piccoli di tutta la mia porzione. E vai!

La prossima volta, se mi capiterà ancora, anche alle 6 del mattino, sceglierò le triglie da 17 centimetri, ottime da infarinare e friggere, rigorosamente in olio extravergine di oliva, scolare su carta da pane, salare appena e gustare senza lasciarsi impressionare da spine, lische, testa e quant'altro. La triglia è triglia e non si scarta niente. E ringrazierò mia suocera per la lezione.

Tag: , , ,

Lascia un commento


yeezytrainer ua yeezys buy yeezy boost ua yeezy yeezy ultra boostv